• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

11 SETTEMBRE. «LADY CENERE» NON CE LA FA. ICONA DI VITA E DI SOFFERENZA

26 agosto 2015

Di Sofia Peppi – Di fronte ad eventi che sconvolgono profondamente la propria vita, vi sono salite ripide da oltrepassare. Lo shock psicologico, il trauma fisico, la paura, la sofferenza, il panico. Conseguenze che, per essere sconfitte, per impedire che possano dominarci e condizionarci per sempre, richiedono una grande forza interiore e una profonda fede, oltre all’aiuto concreto e sincero degli altri in un cammino di ripresa.

Il disastro delle Torri Gemelle non ha fatto solo vittime umane. Ha prodotto, purtroppo, anche drammi psicologici persistenti nella vita di chi, in quel momento, l’11 settembre 2001, è riuscito comunque a sopravvivere fisicamente all’attentato.

Come Marcy Borders, 28 anni all’epoca del disastro. In quel momento si trovava all’81esimo piano del Word Trade Center (104 in totale), lavorava da un mese alla Bank of America. Riuscì a sopravvivere. Disobbedì al suo capoufficio e scappò dall’edificio, così si salvò la vita.

Quattordici anni dopo – in seguito ad una profonda depressione, all’uso di alcool e droghe, dopo essersi vista strappare suo figlio dai servizi sociali e dopo un periodo di disintossicazione – era pronta per ripartire ma un cancro allo stomaco non le ha lasciato scampo, impossibilitata inoltre a curarsi perché priva di assicurazione medica.

Conseguenza delle polveri tossiche respirate dopo il crollo? Forse. Assenza di  necessarie garanzie per chi ha contratto malattie dopo l’11 settembre? Forse anche questo.

L’unica cosa certa, però, è che Marcy Borders, oggi 42 anni, verrà ricordata per sempre per quello scatto che la ritrasse completamente coperta da una coltre di cenere, tanto da non riconoscerla più, simile ad una statua di cera. “Dusty Lady”, la donna di cenere, è morta e con lei se ne va un’altra piccola parte di quel dolore causato dall’odio umano.

“Il mio male – ha detto lei stessa – è iniziato quel giorno”.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising