• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
26 giugno 2017

“BLOC IDENTITAIRE” E QUEL MESSAGGIO XENOFOBO IN RETE

23 giugno 2015

Di Mia Avieno – Bloc Identitaire esiste dal 2003 ed è l’ultimo esempio di movimento di estrema destra nato in Francia.

Il movimento, che vede l’adesione di circa duemila persone, si basa sul mito del “Grand remplacement”, la grande sostituzione, ovvero la teoria secondo cui gli immigrati extracomunitari di origine nordafricana, aiutati da un tasso di fecondità maggiore di quello degli europei, rimpiazzeranno i cittadini dell’Unione.

Teorico del “Grand remplacement” è lo scrittore francese Renaud Camus, condannato tra l’altro a pagare una multa di 4mila euro per provocazione all’odio o alla violenza, in occasione della Conferenza internazionale sulla islamizzazione tenutasi a Parigi il 18 dicembre 2010.

In quell’occasione espresse il parere secondo cui i musulmani minaccerebbero la civilizzazione francese. Camus fu inoltre condannato dal tribunale di Parigi a pagare 500 euro di danni nei confronti del “Movimento contro il razzismo e l’amicizia tra popoli”, ritenendo che le sue parole costituissero “una violenta stigmatizzazione dei musulmani” definiti“colonizzatori” che cercano di rendere “la vita impossibile agli indigeni” e di obbligarli a “fuggire” o “peggio ancora a sottomettersi restando sul posto”. Concetti stigmatizzati e che oggi etichettano Bloc Identitaire – Blocco identitario – come gruppo “xenofobo”.

Lavorano soprattutto in “Rete” e agiscono con una serie di blitz, come quello del 2012 quando nel cantiere delle moschea di Poitiers, Francia centrale, città simbolo della storica lotta tra il regno arabo di Spagna e la monarchia francese, bloccarono i lavori issando uno striscione di protesta sul tetto dell’edificio.

Non ultimo il loro intervento a Ventimiglia. Protagonista è stato un gruppuscolo di sostenitori del movimento su base italiana che si definiscono gli “Identitari di Mentone” – Mentone è un Comune francese che dista da Ventimiglia poco più di 13 chilometri – che ha utilizzato striscioni di protesta contro le famiglie di sudanesi bloccate alla frontiera di Ventimiglia.

Il gruppo xenofobo composto da una decina di ragazzi, piazzato nei pressi della scogliera dov’erano stanziati un centinaio di migranti, è stato allontanato dai carabinieri e infine identificato dalla gendarmerie d’Oltralpe. Sono stati indentificati come appartenenti alla sezione giovanile del movimento fascio-regionalista Bloc Identitaire.

Bloc identitair fa tremare l’Eliseo e i vertici della trojka europea perché è lì che nasce il Front national di Marine Le Pen. Il Bloc Identitaire, diretto dal 2003 da Fabrice Robert, ex bassista del gruppo rock Fraction Hexagone è proprio un ex consigliere comunale del Front national nel comune La Courneuve.

    Powered byOnlyYouAdvertising