• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

CENSIS, ITALIANI VULNERABILI E IN CINICO ATTENDISMO

06 dicembre 2014

Di Rossella Russo – Impauriti, vulnerabili e cinici: è questa la fotografia scattata dal Censis per descrive gli italiani. La crisi ha reso tutti un po’ più insicuri, l’Italia,  un paese dal capitale umano “inagito” e “dissipato”, come scrive l’istituto nel suo rapporto, in cui conta quasi 8 milioni di individui non utilizzati: 3 milioni sono i disoccupati, 1,8 mln gli inattivi e 3 milioni le persone che, pur non cercando attivamente un impiego, sarebbero disponibili a lavorare.

Il 60% degli italiani risulta molto vulnerabile, convinto del fatto che sulla scuse povertà si possa inciampare con grande facilità, “come fosse un virus che può contagiare chiunque”. Tuttavia la reazione non è di presa di posizione, ma di “cinico attendismo”, per cui non si investe e non si consuma.

La situazione per i giovani poi è critica. Sono 4,7 milioni i giovani che vivono fuori casa, ma oltre un milione non riesce ad arrivare a fine mese. Sono 2,4 milioni quelli che ricevono “regolarmente o di tanto in tanto” un aiuto economico dei propri genitori.

E in questo senso il Censis spiega che “il Jobs act dà centralità al lavoro a tempo indeterminato, confidando che possa incrementare le opportunità di occupazione. Ma considerando la quota dei contratti part time e a tempo determinato sul totale degli occupati nei Paesi europei, si registra una certa correlazione tra la loro diffusione e più alti tassi di occupazione”.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising