• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

CIAO GIULIO REGENI, UOMO COSMICO

12 febbraio 2016

Di Rossana Spartà – La comunità di Fiumicello ha accolto oggi una grandissima folla arrivata, da paesi vicini ma anche molto lontani, per rendere omaggio al giovane Giulio Regeni. Una folla composta, silenziosa e commossa ha seguito la funzione religiosa dall’interno della palestra e al suo esterno.
La messa è stata concelebrata dal parroco di Fiumicello Don Luigi Fontanot e da padre Mahoud il religioso copto proveniente dal Cairo su specifica richiesta di mamma Paola.
Le letture e i numerosissimi messaggi di saluto si sono alternati in italiano e in lingua inglese.
Padre Fontanot parla di Giustizia senza la quale non si può costruire la pace.
La Giustizia difende gli equilibri della società dominante .
L’amore per l’uomo ha dato a Giulio la forza di spendersi per i meno tutelati con coraggio sacrificando la propria vita per i diritti in cui credeva.

Padre Mahoud, cui è stata affidata la lettura del Vangelo di Luca, ha paragonato il giovane a Don Milani e ha ricordato il significato del nome latino Julius nella Bibbia, il numero sette, la perfezione. Giulio uomo cosmico gode di una relazione che lo vede insieme al Cristo morto perché la gente voleva libero Barabba, così lui capro espiatorio libera un Barabba che noi non conosciamo.

Forte il ricordo di Giulio nei ragazzi del Governo dei Giovani; lui era uno di loro, rispettoso dei diritti umani definiva la Libertá come possibilità di esprimere se stessi, vedeva l’Amicizia quale supporto incondizionato e ai più giovani chiedeva di pensare indipendentemente e con impegno per gli obiettivi più giusti

Per il Sindaco di Fiumicello Ennio Scridel oggi è una delle pagine più tristi della storia della sua comunità. Un lutto che va oltre alla singola persona per un delitto contro l’umanità.

Le parole di Mamma Paola sono un messaggio d’amore per tutti: “Grazie Giulio per avermi insegnato tante cose. Resta nel mio cuore l’energia del tuo pensiero. Il tuo pensiero per amare comprendere e costruire tolleranza”

Ai funerali del giovane hanno preso parte gli esponenti della Comunità Ebraica di Trieste, l’Onorevole Pier Ferdinando Casini, Debora Serracchiani e il PM Colaiocco incaricato per le indagini sulla morte del giovane.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising