• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

DELPHINE, LA PRIMA VOLTA DI UNA DONNA A CAPO DELLE TV PUBBLICA FRANCESE

26 aprile 2015

Di Sofia Peppi – Dopo Katharine Viner, 44 anni, da pochi mesi al timone del Guardian in Gran Bretagna, accade che in Francia un’altra giovane professionista, 48 anni, Delphine Ernotte Cunci, viene nominata alla guida del gruppo audiovisivo pubblico francese “France Television”. Qui, finora, ha svolto il ruolo di direttore esecutivo del gruppo di telecomunicazioni.

Non sarebbe una notizia se solo vi fosse realmente piu` parita` fra i sessi. Ed invece lo diventa perche` si tratta della prima donna al comando nella storia della televisione francese.

Delphine Ernotte Cunci succederà a Rémy Pflimlin e assumerà le sue funzioni alla guida di France Télévisions il 22 agosto, con un mandato di 5 anni.

Il Consiglio superiore dell’audiovisivo aveva ricevuto 33 candidature e, senza divulgare i nomi, aveva stilato una lista ristretta di candidati per audizioni a porte chiuse. France Television possiede cinque canali televisivi, conta 10mila dipendenti e vanta un budget di 2,8 miliardi di euro. La principale sfida cui va incontro il nuovo direttore è quella di riconquistare il pubblico più giovane con programmi più audaci e sviluppo del digitale ma con minori risorse a disposizione.

Una figura, quella di Delphine, a cui potremmo associare quella dell’italiana Annamaria Tarantola, anch’essa tra le poche donne dirigenti nel nostro Paese.
Proprio a tal proposito, Annamaria Tarantola, nel suo percorso professionale, ha spesso fatto dichiarazioni in difesa delle donne, denunciando i pregiudizi che esistono ancora oggi nel mercato del lavoro, e sostenendo come sia impensabile che “si debba ancora scegliere tra vita professionale e familiare”.
Una scelta, quindi, non escluderebbe l’altra.

Tanto che tutte e tre, Katharine Viner, Delphine Ernotte Cunci e la stessa Annamaria Tarantola sono donne in carriera ma anche mogli e madri. Tutto starebbe nello spirito e nel carattere personale, che non deve sicuramente mancare di sicurezza e determinazione.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising