• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

DRAMMA SBARCHI: MOLTI BAMBINI TRA GLI ULTIMI 800 MIGRANTI GIUNTI IN SICILIA

27 luglio 2015

Di Silvia Prato – Sono circa 70 gli ultimi bambini che hanno attraversato il Mediterraneo su un barcone, senza nessuna misura di sicurezza, né di protezione sotto il sole, in mare aperto.

In totale sono quasi 1.500 le persone sbarcate ultimamente in Sicilia. Altri 400 sono giunti nel porto di Taranto. Solo nel porto di Palermo, gli immigrati che hanno toccato terra sono 785. Sono tutti di origine siriana e sub sahariana e sono stati tratti in salvo dalla Marina e dalla Guardia Costiera.

Ai migranti riusciti a salvarsi, ci sono decine di altri disperati morti in un naufragio davanti alla Libia, avvenuto il 23 luglio.
Le testimonianze dei sopravvissuti stanno aiutando organizzazioni come l’Unhcr e la Guardia Costiera a ricostruire i fatti, avvenuti proprio davanti alle coste libiche.
Le persone annegate sarebbero tra i 30 e i 50: tutto è accaduto a Tripoli su tre diversi gommoni, uno dei quali, sgonfiandosi poco dopo essere partito, ha iniziato a imbarcare acqua. Delle 120 persone a bordo, decine e decine sono annegate e, tra queste – secondo Save the Children – ci sarebbero anche minori.

I drammi umanitari di questi giorni arrivano a poche ore dalla riunione dei ministri dell’ Interno dei 28 paesi dell’Unione Europea sulla questione ‘quote’. Il piano, rispetto a quello approvato a pochi giorni dalla strage dell’aprile scorso, in cui sono morte 800 persone, è stato molto ridimensionato.

Il sistema delle quote non è mai piaciuto agli stati europei, che vedono come un “sacrificio” troppo grande, e per la loro comunità e per le loro tasche, accogliere gli immigrati.
Nel summit del 20 luglio scorso allora è stato deciso che i 28 stati stabiliranno volontariamente quanti profughi ospitare.
La conseguenza? Che sono molti i paesi che hanno aderito in misura inferiore rispetto a quanto pattuito inizialmente.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising