• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

E SE LE «PRIMARIE» FOSSERO REGOLATE PER LEGGE? LA PROPOSTA DI CARFAGNA

21 dicembre 2015

 

Di Romina Rosolia – Per molto tempo, nel centrodestra, è stato un argomento tabù. Oggi, in una intervista rilasciata al quotidiano Il Tempo – la portavoce di Forza Italia alla Camera dei Deputati, Mara Carfagna ha, invece, parlato apertamente di «primarie regolate per legge», una sfaccettatura nuova che potrebbe aprire inaspettati spiragli sull’argomento.

Negli Stati Uniti è, invece, uno strumento di competizione elettorale amatissimo, usato per la prima volta nel 1847 in Pennsylvania.

Una discussione seria ed ampliata in Parlamento potrebbe superare pro e contro, vantaggi e limiti di uno strumento così tanto discusso nei partiti, criticato anche nel centrosinistra seppur utilizzato dal Pd come vera e propria arma politica interna al gruppo.

Così, l’onorevole Carfagna, in un approccio di apertura e di democraticità delle opinioni – seppur diverse e a volte addirittura opposte rispetto alle correnti interne ad un partito – nel corso dell’intervista al quotidiano romano ha mostrato i due volti concreti della medaglia: primarie “interne”, quindi come mezzo di scelta delle candidature politiche, ma anche “esterne”, come collante con i cittadini e gli elettori.

Le primarie, ha infatti dichiarato Carfagna, sono: «Uno strumento anche per le candidature e, regolate per legge, sarebbero uno strumento utilissimo per coinvolgere il nostro elettorato. So che nel mio partito non la pensano così, ma la diversità di opinioni se articolata nel rispetto reciproco può contribuire alla ricchezza del dibattito interno».

Una sorta di «colloquio verità» con la parlamentare azzurra che, a pochi giorni dal suo quarantesimo compleanno, chiarisce non soltanto alcuni dei principali aspetti politici che stanno tenendo banco da giorni sulla stampa nazionale, ma condensa – in poche righe – anche la sua esperienza di vita e politica parlando di: «Sono stati quarant’anni decisamente intensi, ricchi di opportunità, anche inaspettate. Gioie, soddisfazioni, gratificazioni ma anche sofferenze e delusioni».

Mentre sul «gossip politico» – così come lo ha definito lo stesso presidente Berlusconi – relativamente al vociferato rimpasto fra capigruppo alla Camera, fino al delicato tema delle alleanze Carfagna ha detto: «Quella consegnata all’opinione pubblica in questi giorni è stata una rappresentazione poco edificante in cui è di certo difficile riconoscersi», mentre sulla questione delle diverse anime della coalizione ha lanciato imperativo di avere come obiettivo «lavorare senza risparmiarci e senza farci distrarre da piccole incomprensioni quotidiane».

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising