• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

EARTH DAY, GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: “NAZIONI UNITE PER TUTELARE IL PIANETA”

22 aprile 2015

Di Mia Avieno – È qui che abitiamo, è qui che viviamo, è qui che si dipanano le nostre esistenze: noi, gli altri, il nostro presente e il nostro futuro sono qui sulla “Terra”, una sfera imperfetta come imperfetti sono i mezzi che, spesso e purtroppo, utilizziamo in maniera dannosa per l’ambiente.

L’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, l’esaurimento delle risorse non rinnovabili devono far immaginare soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo.

Queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

È di questo che si discute quest’oggi in occasione dell’Earth Day, la giornata della Terra, la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Una giornata giunta alla sua 45esima edizione. Un momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, che coinvolge ogni anno fino a 1 miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di Primavera, le Nazioni Unite invitano tutti a riflettere sui problemi e sui temi relativi del pianeta Terra.

Ma è importante ricordare come nasce questa iniziativa. L’Earth Day prese forma nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della “Union Oil” al largo di Santa Barbara, in California, a seguito del quale il senatore Nelson capì che era arrivavo il momento di sottoporre le questioni ambientali all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico.

“Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”. Il 22 aprile 1970, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra.

In Italia l’Earth Day  si concretizza in particolar modo attraverso concerti musicali, strumento privilegiato per sensibilizzare sulle importanti tematiche ambientali.

Location dell’Earth Day 20015 è Villa Borghese, al cui interno è stato allestito il “Villaggio per la Terra”.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising