• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
26 giugno 2017

IL DAILY TELEGRAPH SVELA IL PIANO DELL’ISIS: LA LIBIA COME PORTA D’ACCESSO PER L’EUROPA

18 febbraio 2015

Di Mario Di Matteo – “Siamo a sud di Roma”. La minaccia dell’Isis all’Europa non ha lasciato indifferente la politica internazionale; la crisi libica è tornata d’attualità e, mentre questa mattina il Ministro degli Esteri riferiva alla Camera, richiamando (stavolta) la necessità di un intervento diplomatico e la priorità della mediazione politica, il Daily Telegraph svelava i piani segreti dei jihadisti.

In un lungo articolo, infatti, il giornale britannico, ha illustrato i progetti dell’Isis: la Libia è considerata dal Califfato la porta d’accesso all’Europa, vicinissima a Lampedusa e all’Italia. Secondo quello che è uno dei principali reclutatori dello Stato Islamico in Libia, i terroristi hanno intenzione di infiltrarsi sui barconi di migranti che attraversano il Mediterraneo; lo scopo è quello di sferrare l’attacco alle “compagnie marittime e le navi dei Crociati”.

Il Telegraph cita come fonte il “think-thank” antiterrorismi britannico, la Quilliam Foundation che dopo aver visionati i piani di importanti esponenti dell’Isis, avrebbe individuato la strategia alla base della loro azione: utilizzare la Libia per portare “il caos nel sud dell’Europa”. Si parte con il reclutamento dei militanti via internet: il bacino in cui pescare è proprio quello della Libia post-Gheddafi, con infiltrazioni gravi nel traffico di uomini sul Mediterraneo. Da qui alla volta dell’Europa il passo è breve. Si va all’attacco del traffico navale. I jihadisti puntano a sfruttare le falle nel sistema dei controlli e le frontiere vulnerabili

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising