• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

IL GOVERNO CONTINUA AD IGNORARE LA QUESTIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

10 gennaio 2016

Di Mara Carfagna – Ha ragione Alessandro Pansa: la violenza di genere è innanzitutto un problema culturale che va sradicato alla base agendo anche nelle scuole. Il triste episodio della ragazza americana morta a Firenze è solo l’ultimo di una lunga serie ed ha riacceso i riflettori su problematiche mai sopite e su cui ci sono ancora moltissimi interrogativi. Discriminazioni,pregiudizi,violenze fisiche,psicologiche,sessuali,omicidi: le pagine di cronaca ci restituiscono ogni giorno quello che sembra ormai un triste bollettino di guerra.

Per combattere la violenza sulle donne serve un’azione strutturata e continuativa, per questo non capiamo la scarsa attenzione che il Governo dedica alla tematica. Quest’anno, ad esempio, la settimana contro la violenza nelle scuole, istituita dal nostro Governo nel 2009, condivisa e apprezzata anche dal mondo dell’associazionismo, non si è svolta. Cancellata.

Mi fa rabbia chi dalla maggioranza dice che non basta una settimana,ma che tutti i giorni bisognerebbe insegnare a contrastare discriminazioni e stereotipi. Giusto,ma se cancellate i piccoli ma significativi progressi che sono stati fatti,dimostrate semplicemente di essere inadeguati e inconsapevoli. Inoltre, non solo non c’è un Ministro per le Pari Opportunità, ma nei vari discorsi stucchevoli a cui assistiamo sul rimpasto di Governo, l’ipotesi di nominare almeno un sottosegretario dedicato non viene neanche contemplata.

Come sempre prevale la convenienza politica sulle necessità del Paese. Così come non si ha nessuna notizia della nomina del Capo dipartimento per le Pari Opportunità o del direttore generale dell’Unar. Per non parlare del Piano nazionale Antiviolenza le cui linee guida restano in gran parte inattuate. Insomma,un settore irrilevante per il Governo Renzi.

Ribadiamo da tempo la necessità di un’azione forte, decisa e costante per la prevenzione della violenza di genere e per la tutela dei diritti, ma tutti i nostri appelli sono sempre caduti nel vuoto.

Magari dopo quest’ultimo episodio avvenuto nella sua Firenze, Renzi si sveglierà dal suo inspiegabile torpore.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising