• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

IL PASSO IN AVANTI DELLE DONNE A BAGHDAD

04 aprile 2015

Di Romina Rosolia – “Donne di carta e di coraggio” è il titolo di un progetto nato quest`anno in Italia da parte di un gruppo di librerie indipendenti e che ha seguito come filo conduttore il tema: “donne che cambiano il mondo”.

Niente di piu` vero se facciamo un salto in avanti di 4.900 chilometri che ci porta direttamente nella capitale irachena di Baghdad. Cinque milioni e mezzo di abitanti e fra questi una ragazza, Ruqaya Fawziya, 22 anni, riconosciuta come la prima donna a gestire una libreria lungo Al-Mutanabbi Street, via costellata di bancarelle-librerie ma che nell`ottavo secolo dopo Cristo rappresentava il centro intellettuale della città.

Ruqaya ha raccontato di non aver subito molestie di alcun genere dalle persone ma “a volte – ha detto – la gente mi guarda con sorpresa, forse perché non ha familiarità con una donna che vende libri”.

Niente di più vero: le statistiche rivelano che l`Iraq è tra gli stati arabi con il più alto tasso di analfabetismo, di cui il 60% riferibile solo alla popolazione femminile. Nel 2013 la popolazione irachena era di 33 milioni e mezzo di persone. Le guerre, le crisi economiche hanno prodotto 6 milioni di analfabeti, di questi 2,5 milioni solo nella provincia di Baghdad.

Ma il “miracolo” in questi casi è “l`eccezione”.

In uno stato avanzato e moderno farebbe poca differenza un caso di questo tipo. Ma in Iraq, dove parlare dei diritti delle donne può essere rischioso, la storia di Ruqaya assume un valore importante nella possibilità di un cambiamento culturale.

A dare manforte a Ruqaya potrebbe essere il nuovo sindaco di Baghdad che, neanche a dirlo, è donna: Dhikra Alloush, prima donna sindaco nell`arco della storia moderna della città. Chissà se un giorno, prima o poi, Ruqaya e Dhikra si incontreranno.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising