• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

IL PROPOSITO PER IL 2015 DI FACEBOOK SI CHIAMA “A YEAR OF BOOKS”

05 gennaio 2015

Di Vittoria Dolci – Italiani popolo di lettori? In parte. Tra i buoni propositi per il nuovo anno c’è ne uno che è stato lanciato agli utenti dall’inventore di Facebook, Mark Zuckerberg, cioè quello di leggere di più. Un proposito che potrebbe diventare anche quello dei milioni di utenti iscritti al social network se decideranno di accogliere la sfida lanciata. Infatti Zuckerberg ha annunciato la creazione della pagina “A Year of Books” (“Un anno di libri”), dove gli utenti sono invitati a leggere il libro poposto dallo stesso social e a commentarlo per confrontarsi tra di loro. Per ora la pagina ha già raccolto ben 126 mila “mi piace”, segno che gli iscritti hanno accolto con entusiasmo la proposta, oppure che si tratti di quel famoso popolo di lettori, che non perde l’occasione per conoscere nuovi testi. Un’iniziativa che non solo cerca di creare dibattito attorno a testi più o meno noti, ma si inserisce in un’idea di cultura globale che viene sfruttata attraverso il social. Il primo libro proposto è “La fine del potere” di Moses Naim, politologo di origine venezuelana che consta di 300 pagine. Inoltre la pagina ideata da Zuckerberg fornisce anche le indicazioni su quali saranno i libri proposti, dichiarando: “Le nostre letture saranno concentrate sull’apprendimento delle nuove culture, di nuovi credi, della storia e della tecnologia. Ogni suggerimento è sempre il benvenuto”. Intanto Amazon rende noto come in soli due giorni dall’annuncio dell’iniziativa, il volume è andato a ruba ed è già esaurito.

Che l’idea di Zuckerberg si sia già dimostrata lungimirante non c’è dubbio, se poi questa contribuisce all’arricchimento personale dell’utente, nel caso specifico, ancor meglio.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising