• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

KATHARINE VINER, AL GUARDIAN UNA DONNA AL COMANDO. E DA NOI?

21 marzo 2015

Di Paola Ambrosino – Dal Regno Unito ennesima lezione sulla parità dei sessi. Il Guardian, fra i quotidiani più autorevoli del paese, ha scelto di affidare il timone a una donna. Katharine Viner, 44 anni, sostituirà infatti Alan Rusbridger, che ha guidato la redazione per 20 anni, a partire dall’inizio della prossima estate. La Viner è la prima donna a dirigere la testata fondata nel lontano 1821.

Con la recente nomina, aumenta dunque il numero delle direttrici di testate-chiave nel Regno Unito. Si ricordano a tal proposito Zanny Minton Beddoes dell’Economist, Helen Boaden di BBC Radio, membro del Comitato esecutivo della BBC, nonché madre della grande rivoluzione digitale con BBC 4 Extra,  Dawn Neesom del Daily Star, Sarah Sands dell’Evening Standard,  Lisa Markwell dell’Independent on Sunday, e  Victoria Newton del Sun on Sunday.

La Viner ha studiato  alla Ripon Grammar School (una scuola pubblica) e all’Università di Oxford. Nei suoi 18 anni al Guardian, ha diretto l’edizione Usa, ha guidato il lancio di quella australiana, ha lavorato come editor del magazine G2, come caporedattrice della sezione femminile e come editor delle pagine del Weekend. Prima del Guardian, aveva scritto per  tre anni al Sunday Times mentre il suo primo incarico fu a Cosmopolitan.

La Viner diventerà direttrice dopo aver battuto ben 26 candidati, poi ridotti a 4.  Tutti i giornalisti della redazione – 839 persone – hanno espresso la propria preferenza tramite una consultazione informale e la Viner ha ottenuto 438 voti (pari al 53%), Bell 188, Gibson 175 e Blau 29.

Quando anche noi in Italia vedremo una decisione così importante affidata ai lavoratori? E quando vedremo in un ruolo così prestigioso una donna?

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising