• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
26 giugno 2017

LAVORO, DALL’EUROSTAT ENNESIMA FOTO DI UN’ITALIA SCORAGGIATA

17 gennaio 2015

Di Paola AmbrosinoUn’ennesima foto di un’Italia scoraggiata: è questa la sintesi del nuovo studio diffuso dall’Eurostat sul terzo trimestre 2014 che rileva una percentuale impressionante di disoccupati senza speranze.

Secondo il rapporto, infatti, in Italia ci sono oltre 3,6 milioni di persone che sarebbero disponibili a lavorare ma non cercano impiego. Si tratta del 14,2% della forza lavoro, oltre tre volte la media Uedei 28 stati mambri che è ferma invece al 4,1%. Ma cì’è di più: questa  percentuale è salita su base tendenziale in Ue di 0,2 punti e in Italia di ben 1,1 punti.

Nel terzo trimestre 2014 inoltre se si sommano ai tre milioni di disoccupati (oltre 3,4 milioni il dato mensile di novembre) i 3,6 milioni di persone che non cercano impiego ma sarebbero disponibili a lavorare, si superano i 6,6 milioni di persone, il 7,8% in più dello stesso periodo del 2013.

In Germania, solo per fare un esempio, la percentuale complessiva di coloro che non cercano lavoro ma sono disponibili è ferma all’1,2% ma anche in Grecia con la disoccupazione oltre il 25% quest’area è stabile all’1,9%.

L’Italia su questo dato è spaccata in due con percentuali al Nord del 6,5% (vicine alla media europea) e il Sud che sprofonda con il 30,7% (su 100 forze lavoro tra i 15 e i 74 anni) che non cerca impiego pur essendo disponibile a lavorare (quasi il 48% tra le donne).

 

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising