• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
23 giugno 2017

“LE INCOMPIUTE” UNO SPRECO DA 166 EURO A FAMIGLIA E COSTANO 4 MILIARDI

21 febbraio 2016

Di Elena Capra – Sono 868 le opere iniziate e mai terminate in Italia che hanno portato a buttare quattro miliardi di euro ed inoltre per completarle servirebbero altri 1.400 milioni, un buco senza fondo che drammaticamente ogni anno aumenta, sia in termini economici che in numero, tanto che dal 2013 ad oggi sono giunte a quota 868, solo tre anni fa erano 692 .

A fornirci i dati è il Codacons che ci dice inoltre che il costo per ogni famiglia ogni famiglia italiana si attesta a 166 euro con uno spreco complessivo  di 4 miliardi e 1,4 miliardi servirebbero per completarle.

Anche nel 2014 non ci sono buone notizie per le infrastrutture italiane: anzi i dati sono in netto peggioramento. In Italia le opere incompiute crescono e nel 2014, ultimo dato disponibile dell’Anagrafe delle opere, sono giunte a quota868 da 692 nel 2013.

A fornire il dato il Codacons che concentra tutte le attenzioni sul costo per ogni famiglia italiana che si attesta a 166 euro. Lo ‘spreco’ complessivo è dunque di 4 miliardi e 1,4 miliardi servirebbero per completarle.

La Città dello Sport di Tor Vergata è l’emblema dell’inettitudine, i lavoro iniziarono per ospitare i Mondiali di nuoto del 2009 di Roma, le gare come si sa si tennero al oro Italico e oggi l’opera di Calatrava è un cantiere abbandonato e pensare che doveva essere inaugurato nel luglio 2009, e sono già stati spesi 607 milioni di euro.

Ma non è che la Sicilia sia messa meglio…. qui c’è l’imbarazzo della scelta perchè sono 215 le opere rimaste incompiute, il valore assoluto massimo anche se la crescita dipende dal fatto che nell’anno precedente la regione non aveva comunicato il numero di incompiute.

O l’Abruzzo dove le infrastrutture non portate a compimento sono passate dalle 33 del 2013 alle 40 del 2014; in Calabria le incompiute sono ben 64 incompiute nel 2013 e 93 nel 2014,

E la ridente Lombardia non è da meno, in un anno le opere non terminate sono passate da 19 a 35, ed in Puglia sono state 59 nel 2013, 81 nel 2014.

Le incompiute sono un fenomeno che di certo non è relegabile alle solite stantie polemiche tra nord e sud, è un fenomeno che coinvolge e distrugge tutta l’Italia da meridione a settentrione, da est a ovest senza soluzione,  a dimostrazione che gli sprechi non hanno colore politico o differenze territoriali

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising