• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

LE VOTAZIONI PER IL QUIRINALE E L’AZZARDO DI RENZI

30 gennaio 2015

Di Mario Di Matteo – La lunga maratona per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica è cominciata ieri con la mossa di Matteo Renzi che, per ricompattare il suo partito, ha sventolato la bandiera di Sergio Mattarella.

Ieri, a ridosso della prima votazione, Renzi ha tentato l’azzardo facendo “all in” su Mattarella, un nome, che, fondamentalmente, fa il suo gioco, perché all’apparenza è meno ingombrante di altri, e soprattutto, gli ridà forza agli occhi della sua minoranza.

Di fatto si è trattato di un’imposizione bella e buona alle altre forze politiche, dunque, in barba al principio della condivisione che prevedeva proprio quel tanto decantato Patto del Nazareno, che il premier si è tenuto caro finché gli è stato necessario per lavorare alle riforme costituzionali e alla legge elettorale (vista la feroce opposizione interna che lo avrebbe certamente bloccato).

Lo spirito con cui Forza Italia, invece, ha sempre dichiarato di avvicinarsi al Patto – contrariamente a questi giochi di potere – è stato quello della salvaguardia del  paese, della governabilità; le riforme, insomma: perché se il patto viene meno, si blocca questo processo e si preclude agli italiani la possibilità di avere una legge elettorale chiara e risolutiva.

Ora la mossa azzardata di Renzi potrebbe portare a strascichi che difficilmente potrebbe gestire; Renzi, così, rischia di mandare in fumo un anno di confronto costruttivo tra maggioranza e opposizione, lanciando un segnale non certo incoraggiante nei confronti di chi, come Forza Italia, ha mantenuto costantemente un atteggiamento responsabile e comprensivo del momento delicato che il nostro paese sta vivendo, da un punto di vista politico e anche economico.

Quando la posta è così alta neanche i più scaltri giocatori d’azzardo oserebbero tanto.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising