• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
26 giugno 2017

L’ETICA DELLA SETTIMANA DELLA MODA: A NEW YORK SFILANO MODELLE DISABILI

18 febbraio 2015

Di Helene Pacitto – La settimana della moda di New York apre le passerelle alle modelle disabili. FTL Moda Loving You, infatti, è il nome dell’evento organizzato assieme alla Fondazione Vertical (cioè il fondo italiano che è impegnato nella ricerca di una cura per la paralisi), che ha visto la partecipazione di alcune bellissime indossatrici che hanno sfilato sulla loro sedia a rotelle, assieme a Jack Eyers, un modello 25enne che ha una protesi a una gamba.

Durante la sfilata, che si è tenuta al Lincoln Center, sul palco sono passate modelle di tutto il mondo per un messaggio di comunione e accettazione che non ha precedenti nel mondo della moda. A sottolineare l’importanza anche simbolica dell’evento, il fatto che tutti gli abiti erano stati realizzati da alcuni stilisti di fama internazionale, con alle loro spalle esperienze e collaborazioni con griffe del calibro di Armani e Versace. Il minimo comun denominatore, infatti, era chiaramente uno: l’ispirazione alla moda italiana, sinonimo di eccellenza sartoriale e di stile.

FTL Moda Loving You fa il paio a un altro speciale evento che si è svolto sempre nell’ambito della settimana della moda newyorkese: per la prima volta, infatti, lo scorso giovedì, sulle passerelle della haute couture, ha fatto il suo debutto anche una modella affetta dalla sindrome di Down. Si tratta di Jamie Brewer, già famosa per il suo ruolo in American Horror Story.

Che la moda abbia finalmente compreso che i canoni estetici sono vari e ugualmente accettabili?

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising