• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

MAI PIU’ FOIBE

10 febbraio 2016

Di Mara Carfagna – La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

E’ il primo articolo della legge numero 92 del 2004, con cui il secondo Governo Berlusconi istituiva in Italia il “Giorno del Ricordo”. Una giornata riconosciuta istituzionalmente per rendere il giusto merito ed il giusto onore ad una tragedia tutta italiana.

Per troppo tempo l’orrore delle Foibe non è stato riconosciuto in tutta la sua crudezza. Nostri connazionali che hanno perso la vita nei campi di prigionia iugoslavi o che sono stati costretti ad un esodo forzato, abbandonando le loro case, la loro vita, la loro storia. Non possiamo permetterci di dimenticare, di abbandonare il dolore provato da tantissimi cittadini italiani.

Dobbiamo tramandare ai giovani, raccontare quanto avvenuto, perchè solo conoscendo, solo avendo la consapevolezza di ciò che è sbagliato potremo essere sicuri che questi orrori non si ripetano mai più. Pensiamo ed agiamo nei nostri piccoli gesti quotidiani come se fosse sempre il 10 febbraio, come se fosse sempre il giorno deputato istituzionalmente a ricordare. Mai più Foibe, mai più eccidi, mai più persecuzioni.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising