• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

MALAWI: L’ANZIANO CAPO KACHINDAMOTO ANNULLA 330 MATRIMONI TRA ADOLESCENTI

31 gennaio 2016

Di Rossana Spartà – In Malawi la legge che consente il matrimonio civile solo alle persone maggiorenni già esiste. Purtroppo nel Paese continua ad esistere ancora la cultura che accetta il matrimonio con minori, fenomeno tristemente noto con il nome di spose bambine.

L’abominevole rito che non può essere celebrato per legge trova quindi il consenso nei cosiddetti riti tradizionali (tribali) che nessuno fino ad oggi ha mai avuto il coraggio di ostacolare. Inkosi Kachindamoto con un gesto che passerà alla storia ha preso la decisione di intervenire sciogliendo queste unioni disconoscendone le pratiche religiose e culturali che li hanno ufficializzati.

Al gesto inusuale e coraggioso di questo leader donna è stato giustamente dedicato un ampio servizio dalla Bbc che l’ha riconosciuta come uno degli eroi del 2015.

Kakimdamoto si batte per i diritti dei bambini del suo Paese dicendo definitivamente no ai matrimoni che vedono coinvolti minori.

Il suo desiderio è che i bambini del Malawi frequentino regolarmente ed obbligatoriamente la scuola e non vengano impiegati come spesso accade, in faccende domestiche, perché l’istruzione è il passaporto per il loro futuro.

Matrimoni precoci e gravidanza sono le principali cause di abbandono della scuola e consegnano drammaticamente questi giovani a un futuro senza lavoro e senza speranza.

Sono ancora molti i Paesi che tollerano i matrimoni precoci e non é sempre un problema legato a miseria o sottocultura. In alcune zone del mondo è anche un problema di religione.

Questo eroe ha annullato 330 matrimoni tribali di bambini e bambine nel Malawi riconsegnandoli alla loro dovuta libertà.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising