• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

NON C’E’ PACE PER LUCIA ANNIBALI.RISPETTIAMONE LA DIGNITA’ E L’IDENTITA’ DI DONNA

03 febbraio 2016

Di Helene Pacitto – Lucia Annibali è una giovane donna di 35 anni, un’ avvocatessa che la sera  del 16 aprile 2013 viene sfregiata con l’acido su mandato dell’ex fidanzato Luca Varani. Da quel giorno Lucia ha affrontato un lungo percorso, fatto di decine di operazioni chirurgiche, di un processo che è stato sulle prime pagine di tutti i giornali e della ricostruzione della propria identità, violata nel profondo.

Luca Varani, già condannato in appello a 20 anni di reclusione (è previsto a suo carico il processo in Cassazione: l’udienza si terrà il 10 maggio), è ritenuto il mandante dell’aggressione con l’acido.

Domani Rai3 con “Storie maledette”, condotto da Franca Leosini trasmetterà in prima serata l’intervista proprio a Luca Varani, i cui capi di accusa sono stalking, lesioni gravissime e tentato omicidio e mandante quale mandante dell’aggressione con l’acido.

Questi i fatti.

Ora, teniamo conto che innanzi tutto parliamo di Rai, e in secondo luogo parliamo di un uomo condannato per uno dei crimini più esecrabili che possano esistere.

Non solo ma domani sera quest’uomo potrà dire e raccontare, il suo crimine, che non ha e non avrà scusanti od attenuanti, a milioni di spettatori voraci di dettagli, indiscrezioni e bieco e ignobile gossip.

Sbattiamo il mostro in prima pagina e qui il mostro c’è, esiste ed è reale, non è una congettura o un complotto ai danni di qualcuno, e nel caso non fosse chiaro, parliamo di un condannato in Appello a 20 anni per stalking, lesioni gravissime e tentato omicidio, ma si sappia che lo si fa allienando ogni buon senso, e solo per puro cieco opportunismo cinico.

E mi meraviglio sempre più di un servizio pubblico, la Rai, che consente ad un uomo di tal genere di raccontare la sua storia, la sua versione dei fatti per impietosire il pubblico forse anche in previsione del processo in Cassazione: la cui udienza si terrà il 10 maggio, chiedo scusa ma a pensar male si fa peccato, vero ma qualche volta ci si indovina…

Nel merito è intervenuta la vicecapogruppo del Pd alla Camera Alessia Morani, che ha presentato un’interrogazione in Commissione Vigilanza Rai: “Che un uomo condannato in secondo grado per l’aggressione con l’acido di una giovane vada in televisione a raccontare la sua storia ‘di amore, ossessione e passione’, come è scritto nel testo che lancia il programma su Rai Tre, è un fatto grave e che lascia stupiti per le modalità con cui si è verificato”.

E ancora “L’imputato si è sempre rifiutato di rispondere alle domande della Procura e della Corte di Cassazione, che deve ancora decidere – spiega Morani – Al posto di rendere una doverosa testimonianza alla legge, Varani preferisce le telecamere di una trasmissione tv. La redazione, poi, si permette di lanciare il programma sul sito web della terza rete Rai con queste parole: ‘Varani non ha mai parlato, non ha mai spiegato come l’amore per Lucia possa essersi trasformato in rabbia, in vendetta. Lo fa per la prima volta con Franca Leosini che scende con Luca Varani nell’ossessione di quella storia, in cui sesso e passione travolgono morbosamente due giovani vite, alla fine, vittime entrambe, di una maledetta storia’”.

“Sono frasi che si commentano da sole. E’ grave che il Dipartimento penitenziario abbia dato il permesso alla troupe di realizzare l’intervista e chiederemo al ministro della Giustizia di andare a fondo della vicenda, ma crediamo anche che la testimonianza di Varani non possa andare in onda perché le sue dichiarazioni avranno valenza processuale e non possono essere utilizzate per fare share nella televisione pubblica”.

Ora proviamo per un istante a metterci nei panni della vittima, che domani sera sarà data in pasto a milioni di italiani, nuovamente rivivrà quel 16 aprile, nuovamente ripercorrerà ogni singolo giorno del suo martirio, senza avere neppure il diritto di replica. sarà come sfigurarla una seconda volta.

Non c’è altro da aggiungere, se non il consiglio di cambiare canale

 

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising