• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

“OTTO SOTTO UN TETTO”. L’ITALIA E LE FAMIGLIE NUMEROSE TRA FIGLI NATURALI E ADOTTIVI

14 luglio 2015

Di Mia Avieno – Diciassette mila famiglie italiane si sono raggruppate nell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, nata nel 2004, ed hanno come caratteristica almeno quattro figli tra naturali, adottivi o affidati.

Non viaggiamo certamente in Cinquecento, perché non ci starebbero, piuttosto hanno furgoni multiposto dotati di seggiolini, hanno case con letti a castello, tanti tricicli e biciclette, e anche tante tasse da pagare, in primis scolastiche. Senza pensare al costo dei libri, dei quaderni, dei regali di Natale e di compleanno.

Eppure, nonostante le difficoltà, sembrano essere impagabili anche i momenti di allegria, di conforto, di dialogo, momenti che quotidianamente colorano le loro vite.

Una delle ultime famiglie numerose immortalate in uno scatto fotografico vincitore di un concorso nazionale, e premiate a Roma, “This is my family”, riguarda una famiglia salernitana composta da cinque figli, tre biologici e due adottivi.

Si tratta della famiglia Gallozzi che fa parte del gruppo campano dell’Associazione Ai.Bi.” Amici dei Bambini, ente con cui hanno adottato la loro bimba cinese e il l’altro più grande in Brasile. Insieme ad altre tre famiglie della provincia di Salerno, sono formatori dei corsi di Ai.Bi. per le nuove coppie che desiderano adottare un bambino e fungono da testimoni durante i corsi pre matrimoniali.

Ma quanti sono i bambini adottati in Italia?

Secondo l’ultimo rapporto della Commissione adozioni internazionali (Cai), dal 2000 al 2013 i bambini stranieri autorizzati all’ingresso in Italia sono stati circa 42.000: nel 2013, 2.825 bambini sono stati accolti da 2.291 coppie.

E i nati negli ultimi anni?

Il trend è in discesa secondo l’Istat. Nel 2013, ad esempio, ci sono state in totale 511.430 nascite, 22.756 bebè in meno rispetto al 2012.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising