• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

PANCHINE ROSSE A TORINO PER DIRE BASTA A VIOLENZA SULLE DONNE

17 gennaio 2016

di Elena CapraSono 21 le panchine dipinte di rosso posizionate a Torino per dire basta alla violenza sulle donne. Il progetto è nato grazie all’iniziativa della Circoscrizione 6 che con il Comitato pari opportunità Rai Torino Slc e altre realtà del territorio tra cui l’Associazione Amcos, hanno realizzato le strutture che sono state dislocate tra Falchera, Barriera di Milano, Regio Parco, Barca.

Le “Panchine rosse” sono il simbolo delle donne vittime di violenza, e quindi vogliono rappresentare il “posto occupato” da una vittima di femminicidio, e per questo collocate open air, sul territorio: in un giardino, davanti ad un portone, all’interno di un campus universitario o in faccia ad un museo.

Il writer Karim Cherif ha progettato e realizzato, con la collaborazione operativa di un gruppo di studenti delle scuole superiori presenti nella Circoscrizione 6, il bozzetto della prima panchina che ora si trova nel parco di via San Gaetano da Thiene a Torino , gli stessi studenti hanno poi proseguito nell’opera completando le altre panchine ora dislocate in diversi punti della città.

Le panchine, su cui sono dipinti grandi occhi, sono un monito per i passanti e su ciascuna di esse è riportata una frase di un famoso scrittore, sono un rimando costante al femminicidio e quindi rappresentano uno stimolo per un confronto e una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggerla, inducendo i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l’allerta.

panchine_rosse_torinoLe panchine rosse sono state collocate nelle seguenti vie:

via alla Chiesa – via San Gaetano da Thiene (fronte Ecomuseo); giardino Giuseppe Saragat (ex Ceat); giardino Peppino Impastato; strada san Mauro tra i civici 34 e 42; via delle Betulle; via degli Ulivi; piazza Sofia; via Scotellaro (area gioco); piazza Rostagni; piazza Bottesini; via san Benigno 22 (fronte Circoscrizione); Campus Luigi Einaudi; Area giochi del giardino Italo Calvino (fra le vie Val Lagarina, Don Michele Rua, Chanoux e Vandalico); Piscina Trecate; Area giochi giardino Vittime del Femminicidio (fra le vie Cirenaica, Postumia, Chambery e Col Di Lana); Parco Ruffini (corso D’Albertis – fronte scuola elementare Dal Piaz); Area giochi davanti alla Fondazione Merz (via Pollenzo angolo via Caraglio); giardino via Ozieri (angolo via Monginevro);; Giardino Braccini (fra via Braccini, Osasco e Spalato); Giardino (recintato) di via Monte Asolone angolo Fattori; Giardino Nicola Grosa (vicino al grattacielo) e Giardino corso Vittorio Emanuele II angolo via Revello (di fronte a impianto sportivo Cenisia).

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising