• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
24 giugno 2017

PENA DI MORTE: IN OKLAHOMA ESECUZIONI CON AZOTO

19 aprile 2015

Di Sofia Peppi – In Oklahoma il governatore americano Mary Fallin ha firmato venerdì la legge sul nuovo metodo di esecuzione della pena di morte: verrá eseguita a mezzo asfissia con l’utilizzo di azoto.

Dopo le polemiche per la mancanza di farmaci utilizzati per le iniezioni letali, molti stati in America stanno cercando le soluzioni alternative.

L’Oklahoma, con una spesa di centomila dollari per la nuova stanza delle esecuzioni, diventa così il primo Stato americano ad utilizzare l’azoto nelle pene capitali.

La nuova legge permetterà quindi di asfissiare il condannato qualora i farmaci per l’iniezione letale non fossero reperibili o laddove quest’ultima venisse dichiarata incostituzionale.
Nello Stato di Oklahoma, infatti, la pena di morte è al momento sospesa in attesa della decisione della Corte Suprema riguardo alla costituzionalità dei tre tipi di iniezione praticati.

Il promotore della legge, il deputato americano Mike Christian, sottolinea che la soluzione scelta è sicuramente la migliore: “al condannato si applica una maschera nella quale viene pompato azoto al posto di ossigeno, il che lo renderà euforico. Poi seguirà la morte indolore”.

L’Olklahoma infligge la pena di morte a coloro i cui crimini sono stati particolarmente atroci, ha dichiarato la Fallin, sottolineando di sostenere questa politica e ribadendo che la pena capitale deve essere eseguita in maniera efficace e senza crudeltà.

Immagino l’entusiasmo con cui i condannati a morte in Oklahoma avranno accolto la nuova legge: non è da tutti morire euforici.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising