• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
26 giugno 2017

RIFORMA SCOLASTICA, GRUPPO CITTADINI CHIEDE REFERENDUM ABROGATIVO

21 luglio 2015

Di Emma Baldi – Al via la raccolta firme per il referendum abrogativo della riforma scolastica, ribattezzata dal Governo “La Buona Scuola“.

È stata da subito bocciata dagli insegnanti tra polemiche, proteste e richieste di ascolto che non sono state prese in considerazione.

Così, ora che la riforma è diventata legge dello Stato, il comitato nazionale “Leadership alla scuola” ha reso noto non solo di aver depositato in Cassazione il quesito referendario per ”abrogare in toto la riforma sulla scuola del governo Renzi votata in via definitiva dalla Camera il 13 luglio scorso”, ma che quest’ultimo è apparso ufficialmente in Gazzetta nel numero 165, con codice 15A0565.

Il testo annuncia che la Cancelleria della Corte Suprema di Cassazione, in data 17 luglio 2015, ha raccolto a verbale, e dato atto, della dichiarazione resa da 14 cittadini italiani che hanno promosso una richiesta di referendum popolare, previsto dall’art. 75 della Costituzione, sul seguente quesito: “Volete voi che sia abrogata la legge del 13/7/2015 n. 107” (riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti)”.

I cittadini, ora, potranno firmare la proposta referendaria fino a giorno 25 settembre 2015 presso dei banchetti che saranno allestiti dagli organizzatori che fanno capo, appunto, al comitato nazionale “Leadership alla scuola”. Obiettivo: 500mila firme.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising