• Think News | rss
  • Think News | contatti
  • Think News | Flickr
  • Think News | YouTube
  • Think News | Twitter
  • Think News | Facebook
25 giugno 2017

WIFI, L’ENNESIMA MINACCIA ALLA SICUREZZA DEI VOLI

15 aprile 2015

Di Rossana Spartà – La tecnologia avanza ma la sicurezza non riesce a tenere lo stesso passo.

Desta non poca preoccupazione scoprire che gli hacker potrebbero assumere il controllo dei computer che si trovano a bordo di alcuni velivoli di nuova generazione, come il Boeing 787 Dreamliner e gli Airbus A380 e A350.

A mettere a rischio la sicurezza di questi nuovi velivoli sarebbero le reti wifi diffuse a bordo.

Con un’operazione abbastanza semplice I pirati dell’informatica potrebbero assumere il controllo dei computer di bordo, dei sistemi di allerta e dei comandi di navigazione.
In pratica per dirla semplicemente toglierebbero ai piloti in cabina il controllo dell’aereo, infettando il sistema con un virus trasmesso dall’esterno.

Rivedendo il film Independence day ci si chiede come mai nessuno è stato in grado di prevedere questo che nella pellicola appare come il classico gioco da ragazzi.

A scoprire la falla nei sistemi di sicurezza e a lanciare l’allarme è l’ufficio investigativo del Congresso, General Accountabilty Office (Gao), che in un rapporto evidenzia che il problema riguarda le cabine di pilotaggio che utilizzano le stesse linee wifi dei passeggeri: “le moderne tecnologie di comunicazioni, secondo Gerald Dillingham, continuano a diffondersi nei sistemi vitali degli aerei offrendo ai malintenzionati la possibilità di accedere e violare i sistemi dei jet”.
Il sistema di controllo del traffico sfrutta le tecnologie basate sui protocolli web, sia a terra che in volo spalancando in questo modo la porta alla zona sensori.

Scopriamo così che gli aerei più vecchi sono da considerarsi a questo punto più sicuri in quanto privi di sistemi di comunicazione e gestione dei computer di bordo tramite tecnologia web.

Oltre ai sistemi wi fi, a rendere vulnerabili gli aerei di linea più moderni ci sarebbero anche le porte Usb presenti sulle poltrone passeggero.

A chiusura del suo rapporto il Gao invita la Federal Aviation Administration, l’agenzia che regola l’aviazione civile USA di intervenire sulle falle accertate al fine di mettere in sicurezza gli aeromobili.

Con un commento Airbus ha voluto sottolineare che costantemente affrontano il tema sicurezza evitando però di darne pubblico dettaglio proprio per un discorso di sicurezza stessa.

Ti potrebbe interessare anche

Powered byOnlyYouAdvertising